Sylvester Stallone: 10 suoi personaggi memorabili

Silvester Stallone è un divo indiscusso del genere action anni ’90, esempio di perseveranza e costanza negli ultimi 20 anni di carriera per la sua incredibile e ostinata voglia di perseguire il suo sogno cinematografico.

Cosa ha caratterizzato questo attore negli anni rispetto a tanti altri suoi colleghi? Probabilmente il fatto di non essersi mai rassegnato a fare dei suoi progetti e delle sue storie sogni chiusi nel cassetto. L’esser tornato con il ruolo di Rocky quando ormai lo davano tutti per finito nel 2006, dando una degna conclusione alla saga, o almeno quella che lui avrebbe voluto dare.

E’ stato capace di reiventarsi subito dopo grazie alla trilogia dei Mercenari, film in cui ha recitato in compagnia di attori appartenenti al cinema cult degli ultimi trent’anni di storia, come il sue ex-rivale Arnold Schwarzenegger con cui è riuscito a recitare insieme dopo più di mezzo secolo.

Ed è ancora qui a dare il suo contributo all’arte, non credo per una questione di soldi visto che non credo ne manchino sul suo conto corrente, il suo è un gesto d’amore per la sua passione, il suo lavoro e la sua missione.

Sly incarna i suoi personaggi attraverso il valore che essi trasmettono. Essi sono persone buone che cercano di infondere giustizia e onore, lealtà e condivisione. Attore, regista, sceneggiatore e produttore dei suoi stessi film, o almeno di quelli che è riuscito a realizzare con il suo volere.

La sua vita è stata un racconto fatto di sacrifici, illusioni e dolori, come tutte le persone che da giovane, per via della sua leggera paresi facciale gli avevano consigliato di lasciar perdere. La stessa persona che si pagava i corsi di recitazione e i casting andando a spalare le feci dalle gabbie degli zoo di notte. Uno come noi che ci ha creduto e ci ha provato, uno fra tanti che è riuscito a rendere concreto il suo successo e continua a farlo varca ora la soglia dei 70 anni.

Andiamo a ricordare insieme ad alcuni suoi film i 10 personaggi che tra tutti sono quelli più memorabili nella sua carriera

La saga di Rocky

Rocky Balboa , il mitico pugile italoamericano che riesce ad avere l’occasione della sua vita, balzando dal pugilato dilettantistico a quello professionale per via di uno strano scherzo del destino, dalla sua prima sfida con Apollo Creed fino a diventare allenatore del figlio. Una storia di un uomo che da zero riesce ad ottenere tutto per poi perderlo di nuovo fino a doversi ricostruire, forse fra tutti i personaggi quello che più assomiglia all’attore come mentalità e carattere.

Le missioni di Rambo

John Rambo, non esiste persona sulla faccia della Terra che non conosca l’iconico reduce del Vietnam che torna in azione dopo esser stato maltrattato dal suo stesso governo, che in svariate situazioni lo richiama alle armi in missioni ad alto potenziale di rischio e mai riconosciute ufficialmente.

La trilogia dei Mercenari

Barney Ross, capo mercenario di una banda di uomini disposti a tutto per una buona paga, gente rassegnata a non dare importanza alla vita se si tratta di poter vivere ogni singolo istante come se fosse l’ultimo. Tra tutti i personaggi Barney è il capo buono che ti rimprovera sempre, autoironico ma estremamente audace in ogni sua scelta.

Demolition Man

John Spartan, il poliziotto ibernato che si risveglia nel futuro e trova tutto il mondo sottosopra, indimenticabile la scena dell’esubero di multe per aver pronunciato troppe parolacce. Spartan è quel soldato sprezzante del pericolo ma dai buoni sentimenti, semplice e spontaneo.

Judge Dredd

Jospeh Dredd, da un futuro all’altro, Stallone qui impersona un personaggio dei fumetti e sebbene il film non sia al livello delle aspettative, la sua interpretazione non è da dimenticare, “io sono la legge”.

Tango & Cash

Ray Tango, che fa coppia con Cash, peccato aver dovuto assistere all’accoppiata Stallone/Russell solo per questa volta. Il duo di poliziotti funziona e la sintonia fra i due attori risulta essere la colonna portante del film, altrimenti scarno di vere emozioni.

Cop Land

Freddy Heflin, lo sceriffo goffo e sovrappeso di Cop Land, film sottovalutato e screditato dalla critica internazionale, ingiustamente oserei dire. Qui Stallone dimostra la sua bravura recitativa in una parte a lui molto insolita, quella di un debole e sfruttato sceriffo che si ribella alla corruzione dei suoi colleghi e a quella di alcuni agenti governativi, invischiati in traffici illeciti.

Cliffhanger – L’ultima sfida

Gabriel Walker detto Gabe, la guida perfetta per un’avventura in alta quota tra le cima delle dolomiti, in Cliffhanger – L’ultima sfida, l’esperienza di Gabe riesce a sopraffare quella di un gruppo di terroristi intenzionati a recuperare delle valigie piene di soldi riciclati.

Daylight – trappola nel tunnel

Kit Latura è uno dei miei personaggi preferiti, tassista ed ex capo della Protezione Civile si trova alle prese con un gruppo di sopravvissuti ad un disastro, causato da un’esplosione di gas tossici, all’interno di un tunnel sottomarino del fiume Hudson. Sicuro di sé ma sempre umile, Kit cerca di trascinare fisicamente e moralmente un gruppo di persone alla salvezza. Da segnalare la presenza in questo film di Sage Stallone, figlio di Sylvester morto per overdose di farmaci.

Cobra

Marion Cobretti, non potevo non metterlo, è l’apoteosi della goliardia hollywoodiana anni ’80. Non esiste uno Stallone più macho di questo! Agente speciale della sezione omicidi, camicia sbottonata, occhiali da sole e stuzzicadenti in bocca, da bambino appena ho visto quel film ho capito che c’è tanta Italia in Sylvester!

Che sia un soldato o un campione di pugilato, un poliziotto o un pilota di formula uno, Stallone ha reso la sua vita il proprio viaggio dei sogni, ha cercato ed è riuscito a raggiungere con fatica i suoi traguardi. I suoi sacrifici determinano la persona che è, i suoi riconoscimenti, ma soprattutto i valori buoni che per molti di noi, fans dei suoi film, ci sono serviti per capire che non bisogna mai mollare! Grazie Sly!