Nostalgia degli anni 90? Ci pensano i BSB

Vi sta capitando, in questo periodo di isolamento forzato, di avere degli irresistibili attacchi di nostalgia? Non vi preoccupate, non siete gli unici!

In questo periodo di forte crisi emotiva molti artisti, appartenenti a diversi contesti dell’intrattenimento, si stanno dando da fare per allietare le nostre malinconiche giornate, ammesso che siano tali. Alcune iniziative arrivano dagli States e sono davvero sorprendenti.

I Backstreet Boys accompagnati delle loro mogli

Una di queste arriva dalla famosissima (ex) boyband statunitense, i Backstreet Boys, che aderendo alla richiesta di un’emittente televisiva ci hanno donato una performance a di poco strepitosa sulle note della famosissima canzone I Want It That Way, brano celebre del gruppo che li ha resi famosi nella seconda meta degli anni 90.

Per molte delle generazioni qui presenti, la mia soprattutto, è stato come un tuffo nel passato deliziato da quel umorismo che da sempre ha contraddistinto il simpatico quintetto composto da Nick Carter, Howie Dorough, Brian Littrell, AJ McLean e Kevin Richardson.

Qui in basso il video che in pochi secondi ha totalizzato milioni di views.

Una Band sottovalutata

Conoscendo da vicino questa band non si può certo dire che sia mai stata, concretamente, considerata a dovere tra i performer d’impatto della storia della musica, ma a mio avviso questo è dovuto ad un forte pregiudizio da parte della miriade di haters sparsi sul globo che hanno sminuito il loro valore e la loro arte.

Si tratterà probabilmente di gelosia o di invidia, o semplicemente vergogna, considerando tutto il pubblico di ascoltatori che in più occasioni per non essere mal considerati da altri, ha dovuto celare il loro gradimento per le coinvolgenti melodie pop dei BSB.

Che piaccia o non piaccia, questione di gusti, siamo davanti a un gruppo di ragazzi che erano stati dati per spacciati già dopo un paio di anni dal loro debutto (pensate nel lontano 1992) e a oggi, al contrario di tanti altri colleghi, sono ancora in circolazione.

Che sia un interesse commerciale non è da stupirsi, nessuno fa niente per niente, soprattutto chi lo fa di mestiere il cantante, ma credo che dietro a questa grande perseveranza si nasconda una sana amicizia che tenga legato il gruppo e che stimoli continuamente la loro innata passione per la musica.

Brani celebri accompagnano la carriera di questi “old boys” da Everybody a As long as you love me, da Shape of my heart a The call, la loro ascesa nel successo e il loro ricca collezione di premi e traguardi testimonia la loro meritata permanenza nelle hit di sempre.

Saranno anche anni lontani, scanzonati e forse cosi strani per chi ora viaggia sul web con Spotify e ha a disposizione tutto e subito, eppure c’era un periodo in cui andavano le musicassette, quelle registrate dalla radio che ascoltavi con il walkman o con i primi compact disc. Le canzoni sono le colonne sonore delle tue stagioni e dei tuoi ricordi, e si sa, per ognuno di noi, chi dei ’70 o degli ’80 riconosce nella propria adolescenza il meglio della propria esistenza, non può essere altrimenti.

Buon Viaggio

La musica ci avvicina come tutta l’arte, permettetemi quindi di accompagnarvi in questo viaggio, con l’augurio di convincervi ad affrontarne altri e altri ancora grazie alle comodità delle tecnologia che abbiamo oggi a disposizione, con le vostre canzoni preferite, con artisti che conoscete e non conoscete, per vivere e rivivere quelle sensazioni che non possono essere descritte per quanto sono forti e immortali.

Non possiamo stare vicini ma sicuramente possiamo farci sentire, a questo punto alzate il volume e chiudete gli occhi, il vostro viaggio sta iniziando!