Warning: Use of undefined constant HTTP_USER_AGENT - assumed 'HTTP_USER_AGENT' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/millennium82/wp-content/themes/zerif-lite/header.php on line 1

Warning: Use of undefined constant HTTP_USER_AGENT - assumed 'HTTP_USER_AGENT' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/millennium82/wp-content/themes/zerif-lite/header.php on line 1
Host di destinazione non consentito, sblocca la connessione nel pannello di AlterVista (Risorse > Impostazioni PHP)1 Captain America e il mistero dell’uniforme segreta – Millennium 82

Captain America e il mistero dell’uniforme segreta

Sta impazzando sul web la notizia che riguarda il mistero dell’uniforme utilizzata da Captain America in Avengers Endgame, mistero che sembra non essere del tutto fondato, scopriamo i perché di questo falso allarme e cogliamo l’occasione per conoscere la reale evoluzione stilistica del vendicatore stelle e strisce.

In Avengers Endgame Cap detiene un ruolo chiave al contrario della piccola partecipazione in Infinity War: infatti brandisce il martello di Thor e pronuncia le fatidiche parole che noi tutti fan della Marvel attendavamo da anni : Anvengers uniti!

Riflettori quindi puntati su Steve Rogers, che insieme a dio tonante e all’onnipresente Tony Stark danno vita alla trinità eroistica definitiva: l’armatura, lo scudo e il martello, insieme per l’ultima volta. Ma volgiamo la nostra attenzione al look del Capitano e osserviamo come la sua uniforme, in quest’ultima pellicola subisce un’altra variazione.

La divisa misteriosa

Dalle foto qui sopra pubblicate potete notare come la divisa in questione, confrontata con quella apparsa in The Winter Soldier (secondo episodio della trilogia dedicata all’eroe) sia piuttosto differente da quella utilizzata in Endgame (qui accanto) , è quindi giusto il mistero che ci stiamo (si stanno) ponendo attraverso numerose testate giornalistiche online?

A mio avviso no, è palese. Più che altro, volendo essere pignoli ci sarebbe da chiedersi dove Rogers si sia procurato questa divisa che, nel corso degli anni in cui è avvenuto il fatidico schiocco di dita che ha portato alla decimazione globale della popolazione terrestre, è riuscita ad evolversi ulteriormente. Ma come? Chi ha progettato il costume? Chi lo ha prodotto dato che Stark, finanziatore di tutte gli equipaggiamenti degli Avengers, era in lite con Steve dopo gli avvenimenti di Civil War?

Non ci è dato da sapere, e va bene così direi, non importa sapere chi ha fatto o dato questa divisa (per ora) resta che il film è andato bene e gli appassionati del genere hanno apprezzato un finale di saga davvero entusiasmante e ricco di emozioni.

Entrando nel discorso inerente ai cambi d’abito da parte del vendicatore super soldato diamo un’occhiata a tutte le tipologie di costume da lui utilizzate nel corso dei film Marvel.

Lo stile del Capitano

Le origini: Captain America-Il primo Vendicatore (2011)

La prima divisa non si scorda mai, ma anche sì direi! Costume che cerca di emulare la tradizionale calzamaglia vista nelle vecchie copertine dei fumetti anni ’40 in cui il nostro brillante Capitano sferra un pugno a Hitler, decretando con qualche mese di anticipo l’entrata in guerra degli alleati americani.

La seconda versione cerca di ricalcare la tenuta da combattimento che funge da mash-up tra la calzamaglia di prima e la divisa definitiva dell’epoca nazista, con un occhio di riguardo alle divise militari dell’epoca. Si incomincia a intravedere la somiglianza con la divisa attuale, basta aspettare comunque una trentina di minuti per vedere il risultato completo.

 

Ed eccolo qui, il primo vendicatore all’opera con la divisa ufficiale da Captain America, con tanto di scudo prodotto e perfezionato da Howard Stark (padre del compianto Tony) forgiato con una lega di vibranio, metallo estrapolato dai minerali di provenienza wakandiana (di cui sono fatti costume e artigli di Pantera Nera). Non c’è male, ma si può fare di meglio.

Con gli Avengers: The Avengers (2012)

E’ il turno degli Avengers, anno 2012, il sogno Marvel si compie e il film crossover scaturisce un successo globale senza precedenti, difatti l’opera realizza un guadagno così alto da inserirsi nei guadagni più alti della storia del cinema e in assoluto per un cinecomic. Ma Captain America non si presenta nei migliori dei modi, con una tuta in latex che lo fa apparire come un danzatore di pattinaggio artistico, questo contribuirà a sminuire la sua credibilità, se non per i suoi colleghi vendicatori, quantomeno per noi spettatori.

Captain America: The Winter Soldier (2014)

Arriva il cosi tanto acclamato The Winter Soldier, tratto dalla graphic novel che ha rilanciato il personaggio Marvel negli anni duemila, grazie alla ricomparsa del tenebroso Bucky nei panni del soldato d’inverno. Il capitano lavora per lo Shield insieme a Nick Fury e in stretto contatto con Vedova Nera, la sua divisa rispecchia finalmente l’importanza del personaggio evidenziando tuttavia lo status quo attuale dell’eroe, passato dalle missioni trionfali al fronte europeo a vere e proprie missioni stealth antiterrorismo. Verso la fine del film viene comunque riutilizzata la vecchia divisa del film precedente per segnare, a livello simbolico, la rottura con lo Shield e con il governo, conseguenze che vedremo poi ingigantirsi in Civil War.

Avengers: Age of Ultron (2015)

Ritornano i vendicatori e stavolta bisogna salvare il mondo da un’intelligenza cibernetica di nome Ultron (creata da Banner e Stark con la Gemma dell’infinito dello scettro di Loki) a differenza della versione cartacea in cui il creatore di questo villian è Hank Pym che nell’universo Marvel è l’ex Ant-Man. La divisa diventa più simile ad una corazza e ci piace!

Captain America: Civil War (2016)

Nell’ultimo capitolo dedicato alla sentinella della libertà la divisa rimane quasi invariata rispetto alla versione vista in Age of Ultron. In questo caso Steve combatte per dare valore ai suoi ideali e per proteggere il suo vecchio compagno d’armi Bucky Barnes. La lotta scaturirà in un conflitto fra supereroi in cui, fra le varie cose, ricordiamo il debutto in MCU (Marvel Cinematic Universe) di Spiderman.

Avengers: Infinity War (2018)

Arriva Infinity War. Tony screzia con Rogers, da questo momento in poi il capitano risulta essere un ricercato opponendosi all’imposizione di registrarsi legalmente. Il costume diventa una sorta di emblema della rivoluzione interna che sta passando il personaggio in questa epoca. Tutto questo ci riporta ad un periodo storico in cui Steve Rogers abbandona per motivi d’interessi i panni di Capitan America, ribellandosi al governo, per prendere il nome e le sembianze di Nomad. Senza maschera e con un look più burbero e ribelle l’eroe diviene il simbolo della ribellione ma rispetta il suo codice etico da eroe rispondendo alla chiamata e difendendo la terra dalla minaccia di Thanos.

Avengers: Endgame (2019)

Ed eccoci al gran finale! La divisa definitiva che prende somiglianza con il costume tradizionale preservando modernità e dinamismo, una corazza che presenta in rilievo le famose squame su alcune parti dell’armatura e il simbolo degli Avengers sulle spalliere, questo è Captain America definitive edition.

U.S. Agent e Falcon

Rivedremo mai questa divisa? Non sappiamo cosa ha in serbo per noi la Marvel e se ci saranno ripensamenti in merito alla decisione presa da Chris Evans. Sappiamo per certo però, con il debutto di Falcon e Winter Soldier su Disney Plus, che rivedremo Sam Wilson nei panni del capitano con l’eredità colta in Endgame. Lo stile sarà diverso ma i colori richiameranno le stesse simbologie adottate dal predecessore. Ci sarà comunque un rimpiazzo ufficiale di Capitan America secondo le scelte governative e non si tratterà di Sam Wilson. Sarà difatti reclutato Johnny Walker, conosciuto nei fumetti con il nome di U.S. Agent (con un costume simile a quello di Cap ma total black), chiamato a prendere le redini (inappropriatamente) del vendicatore.

Chris Evans tornerà? C’è ancora una storia da raccontare, se proprio vogliamo dirla tutta, ed è quella che vede Steve Rogers tornare nei vari multiversi Marvel a rimettere al proprio posto le Gemme dell’infinito prelevate durante gli eventi narrati in Endgame, e chissà che ai fratelli Russo venga in mente di raccontarcela sul serio.